EmmeBi Attached

Gli allegati di EmmeBi Blog: articoli tratti da Il Foglio, GQ, LINK Magazine, Rolling Stone, AD, Vanity Fair e Style Magazine del Corriere della Sera.

Saturday, December 23, 2006

 

Come rovinare un film di Natale facendolo uscire a febbraio

Il Foglio - 23 dicembre 2006


Dicesi film di Natale una commedia leggera e ironica, meglio se sentimentale, interpretata da una serie attori noti al grande pubblico, accompagnata da canzoni di successo e, possibilmente, con la presenza di belle donne. Così almeno sostiene Neri Parenti, il regista natalizio italiano per eccellenza, in una sua recente intervista.
Ma c’è un elemento che, banalmente, contraddistingue il film di Natale da altre pellicole simili, ed è l’ambientazione natalizia: che sia New York o la provincia del centro Italia, una stazione sciistica o le Maldive, il film di Natale deve avere abeti addobbati, doni da scambiare e champagnes da stappare.
Il periodo delle vacanze è relativamente breve e l’obiettivo del film di Natale è quello di dare la sensazione allo spettatore di assistere a un instant movie, ovvero un film che è stato praticamente girato in diretta. I film di Natale (o film panettone per i connaisseur du cinéma) hanno scadenza brevissima, limitata al periodo e al contesto natalizio; visti fuori da questi confini perdono tutta la loro forza evocativa e danno la sensazione di vecchio, melenso e stantio.
The Holiday di Nancy Meyers è il perfetto film di Natale: attori bravi e famosi (Cameron Diaz, Jude Law, Frank Black e una splendida Kate Winslet), girato tra le ville californiane di Sunset Boulevard e le casette romantiche con camini perennemente accesi della campagna inglese, con ghirlande, pacchi regalo e Last Christmas degli Wham in sottofondo. Un perfetto film di Natale che, a differenza degli altri paesi, noi vedremo solo a febbraio.

A questo punto è doveroso chiederci il perché. Per quale motivo chi si occupa della distribuzione dei film stranieri in Italia, riesce a rendere complicata la vita di noi spettatori? Perché questi signori evitano sistematicamente di sfruttare le opportunità offerte dal mercato estero? E’ forse una bizzarra strategia volta a difendere i film prodotti in Italia?

La casistica è vasta. L’esempio di Borat è chiaro e ben presente ai lettori del Foglio: se il film sul giornalista kazako fosse uscito lo scorso mese in contemporanea con il lancio negli altri paesi, avrebbe goduto di pubblicità indiretta e gratuita, grazie al tamtam mediatico globale che si è scatenato intorno, e sarebbe molto probabilmente diventato un successo anche qui da noi. Invece Borat sarà lanciato in Italia ad aprile quando tutti si saranno già dimenticati del personaggio e il distributore dovrà spendere soldi e risorse pubblicitarie per farlo tornare in mente al distratto pubblico italiano.
La stessa identica cosa di “The Holiday” accadde lo scorso anno con “La neve nel cuore”, film d’ambientazione natalizia con Sarah Jessica Parker, che in Italia uscì a fine gennaio, ovviamente, senza successo.
Idem per James Bond. L’Italia è l’ultimo paese del mondo in cui Casino Royale, il nuovo film di 007 interpretato da Daniel Craig verrà distribuito, dopo Estonia, Kenya e Uruguay.
Dite che forse stiamo sottovalutando la potente lobby di Vanzina e De Laurentis?

The Holiday è una deliziosa commedia romantica e a tratti stucchevole per il pubblico maschile, ma con alcune geniali trovate sullo show business che compensano la dose massiccia di zucchero. La trama è semplice e ricorda un poco nello spunto “Un divano a New York” con William Hurt e Juliette Binoche: due donne, un'inglese (Winslet) e un'americana (Diaz), entrambe tradite dai loro rispettivi compagni, si incontrano su internet e decidono di scambiarsi casa per le vacanze natalizie. Trovandosi in paesi e contesti completamente diversi, troveranno nuove amicizie e molto altro ancora (il titolo italiano - già, perché poi ci sono anche i titoli - sarà “L’amore non va in vacanza”). La sceneggiatrice e regista è quella Nancy Meyers che rispolverò nel 2000 l’allora ingiallito sorriso di Mel Gibson con “What Woman Wants” e che con "Tutto può succedere" rilanciò l'appeal dei non più giovanissimi Diane Keaton e Jack Nicholson. Insomma una professionista della romantic comedy.
Il film è uscito l’8 dicembre negli States e nel primo weekend è stato battuto da "Apocalypto" di Mel Gibson. Ma in questi giorni sta recuperando posti in classifica. Del resto, è un film di Natale. Ma ai distributori italiani questo pare sia sfuggito.

Comments:
Jack Black non Franck Black.
Ad ogni modo mi trovi d'accordo.
Bel pezzo.
 
Sono d'accordo anche io.
Dobbiamo anche batterci per non far modificare la maggior parte dei titoli di film che arrivano dall'estero. E forse a volte sarebbero meglio dei sani sottotitoli invece che un doppiaggio scadente.
 
Post a Comment

<< Home

Archives

10/01/2004 - 11/01/2004   11/01/2004 - 12/01/2004   12/01/2004 - 01/01/2005   01/01/2005 - 02/01/2005   02/01/2005 - 03/01/2005   03/01/2005 - 04/01/2005   04/01/2005 - 05/01/2005   05/01/2005 - 06/01/2005   06/01/2005 - 07/01/2005   07/01/2005 - 08/01/2005   08/01/2005 - 09/01/2005   09/01/2005 - 10/01/2005   10/01/2005 - 11/01/2005   11/01/2005 - 12/01/2005   12/01/2005 - 01/01/2006   01/01/2006 - 02/01/2006   02/01/2006 - 03/01/2006   03/01/2006 - 04/01/2006   04/01/2006 - 05/01/2006   05/01/2006 - 06/01/2006   06/01/2006 - 07/01/2006   07/01/2006 - 08/01/2006   09/01/2006 - 10/01/2006   10/01/2006 - 11/01/2006   11/01/2006 - 12/01/2006   12/01/2006 - 01/01/2007   01/01/2007 - 02/01/2007   02/01/2007 - 03/01/2007   03/01/2007 - 04/01/2007   04/01/2007 - 05/01/2007   05/01/2007 - 06/01/2007   06/01/2007 - 07/01/2007   07/01/2007 - 08/01/2007   08/01/2007 - 09/01/2007   09/01/2007 - 10/01/2007   10/01/2007 - 11/01/2007   11/01/2007 - 12/01/2007   02/01/2008 - 03/01/2008   04/01/2008 - 05/01/2008   08/01/2008 - 09/01/2008   07/01/2009 - 08/01/2009   11/01/2009 - 12/01/2009   12/01/2009 - 01/01/2010   01/01/2010 - 02/01/2010   02/01/2010 - 03/01/2010   03/01/2010 - 04/01/2010   05/01/2010 - 06/01/2010   06/01/2010 - 07/01/2010   08/01/2010 - 09/01/2010   11/01/2010 - 12/01/2010   12/01/2010 - 01/01/2011   01/01/2011 - 02/01/2011   02/01/2011 - 03/01/2011   03/01/2011 - 04/01/2011   04/01/2011 - 05/01/2011   05/01/2011 - 06/01/2011   06/01/2011 - 07/01/2011   07/01/2011 - 08/01/2011   08/01/2011 - 09/01/2011   09/01/2011 - 10/01/2011   10/01/2011 - 11/01/2011   11/01/2011 - 12/01/2011   12/01/2011 - 01/01/2012   01/01/2012 - 02/01/2012   02/01/2012 - 03/01/2012   05/01/2012 - 06/01/2012   06/01/2012 - 07/01/2012   07/01/2012 - 08/01/2012   08/01/2012 - 09/01/2012   04/01/2013 - 05/01/2013   06/01/2013 - 07/01/2013   07/01/2013 - 08/01/2013   08/01/2013 - 09/01/2013   08/01/2014 - 09/01/2014   01/01/2017 - 02/01/2017  

This page is powered by Blogger. Isn't yours?